La lingua che parliamo ci fa vedere il mondo diversamente?

lingua che parliamo ci fa vedere il mondo diversamente

Quanto può influenzare il modo di percepire il mondo secondo la lingua che si parla? Cominciamo con il ricordare che nel grande capovolto di Orwell, intitolato 1984, il grande visionario e letterato immaginava l’esistenza di una nuova lingua, creata per minimizzare le possibilità di rivoluzione nelle persone, non esistevano più quindi certi termini in questa linguaggio, e questo limitava molto l’espressione delle persone. Dobbiamo tenere in considerazione che il panorama della situazione che si immaginava Orwell, un mondo sotto controllo senza libertà di espressione reale o libero arbitrio. Ma il suo pensiero derivava da una sua profonda convinzione che la lingua e il pensiero siano inevitabilmente connessi, e che il modo di esprimerci può influenzare il modo di vedere il mondo.

La libera di pensiero è determinata dal fatto che riusciamo ad esprimere tutti i concetti che vogliamo, grazie alla nostra capacità di linguaggio, e seguendo questa ipotesi, molti scienziati hanno cominciato a cercare questa correlazione e in che modo la stessa può influenzarci. Sembrerebbe che il modo di interpretare gli eventi che succedono nel linguaggio, potrebbe influenzare il modo in cui vediamo le cose; prendendo l’inglese e il tedesco, per esempio, la prima avrebbe la caratteristica di definire un azione, mentre la seconda lo scopo della stessa, dicono la stessa cosa in maniera diversa perché le strutture grammaticali sono diverse, e per questo il modo di concepire un fatto cambia, secondo la lingua che si utilizza nel definirlo.

La struttura grammaticale, la presenza di aggettivi e costruzioni lessicali determina il modificarsi della visione del mondo, il nostro pensiero viene espresso tramite il linguaggio, e questo significa che il pensiero potrebbe modificarsi utilizzando lingue diverse. Secondo le ricerche conseguite, sarebbe risultato che la visione di un fatto cambia radicalmente secondo la lingua che si parla, sempre analizzando il tedesco e l’inglese è emerso che i risultati erano addirittura opposti. I candidati sono stati sottoposti a dei test per analizzare la percezione di un avvenimento da un punto di vista linguistico, e nella maggioranza dei casi le due lingue hanno determinato risultati opposti. Quindi sembra proprio che non sia solo il linguaggio ad essere diverso, ma che ci sia una profonda correlazione tra la nostra percezione e la lingua che parliamo; di conseguenza il modo di esprimerci caratterizza anche la nostra visione di avvenimenti diversi.

E nel caso dei bilingue?

Molto interessante, andare anche a cercare quello che i bilingue sono in grado di fare, e i risultati sono davvero sorprendenti, rispetto alla lingua che si decideva di utilizzare, i candidati hanno cambiato anche il modo di percepire un determinato accadimento, sempre scegliendo bilingue inglesi-tedeschi è risultato che le risposte cambiavano in base alla lingua che parlano in quel momento. Ci sono molti casi di persone che dicono di avere una sensazione diversa delle cose quando si esprimono in un altra lingua, e questo fantastico esperimento ne sembra una prova.